Serie A2 2017/2018: formula, svolgimento e date campionato

27 luglio 2017

androsbasket

In giornata il Settore Agonistico FIP, ascoltate le decisioni prese dalla Lega Basket Femminile nel corso dell’ultima assemblea del 21 c.m., ha deliberato in merito ad alcune questioni riguardanti il prossimo campionato di Serie A2.
La principale novità è l’ammissione di altre quattro formazioni rispetto a quelle decise dal Consiglio Federale fine giorno 14 c.m. e in particolare è stata ammessa la Cestistica Spezzina, reintegrata dopo una breve finestra d’esclusione, la Cestistica Savonese, la Mercede Alghero e la Libertas Basket Rosa Forlì. Il campionato, adesso composto da 32 squadre, si strutturerà con la formula dei due gironi da 16.
PROMOZIONE
In palio, questa stagione, ci saranno due promozioni e l’opportunità di giocare uno spareggio in gara secca contro la perdente dei Playout di Serie A1.
Le due formazioni vincenti dei Gironi, al termine della regular season, saliranno direttamente in Serie A1. Le restanti formazioni, dal secondo al nono posto, giocheranno i Playoff. La novità principale dei Playoff è l’abolizione delle serie: le formazioni qualificate giocheranno tra loro incontri in gara secca, sul campo delle migliori classificate.
Le vincenti dei due Playoff giocheranno la Finale Playoff di Serie A2, da disputarsi a gara secca in campo neutro. La vincente della Finale affronterà, in uno spareggio a gara secca, la perdente dei Playout di Serie A1 godendo del vantaggio del fattore campo.
RETROCESSIONE
Sono quattro le retrocessioni stabilite dalla delibera, con la conferma della formula Playout.
Le ultime classificate al termine della Regular Season in ciascun Girone retrocederanno direttamente in B, 
quindicesima e sedicesima classificata disputeranno i Playout al meglio delle tre partite, col fattore campo per la formazione meglio classificata durante la stagione. Le perdenti dei Playout retrocederanno in Serie B.
COMPOSIZIONE GIRONI
La delibera ha infine stabilito i due Gironi che articoleranno la Serie A2 2017/2018.
Girone A
– Geas Basket, Cus Cagliari, Velco Vicenza, Edelweiss Fassi Albino, Basket Club Bolzano, Basket Carugate, Giants Basket Marghera, San Salvatore Selargius, Basket Costa X l’Unicef, Castelnuovo Scrivia ASD, Basket Team Crema, Sistema Rosa Pordenone, Alpo Basket, Lupe San Martino, Sanga Milano, Libertas Sporting Basket School Udine.
Girone B - 
Libertas Basket Bologna, Cestistica Savonese, Virtus Cagliari, AndrosBasket Palermo, Mercede Alghero, San Raffaele Basket, Cestistica Azzurra Orvieto, Infa Feba Civitanova Marche, Use Basket Rosa Empoli, Progresso Bologna, Galli Basket, P.F. Umbertide, Scuola Basket Faenza ASD, Cestistica Spezzina, Libertas Basket Rosa Forlì, Magnolia Basket Campobasso.
CALENDARIO
In attesa dei singoli incontri (probabili notizie entro fine settimana), la delibera stabilisce l’inizio del campionato per il weekend 30 settembre-1 ottobre; sabato 23 dicembre si disputerà il turno natalizio; la decima giornata di ritorno, in corrispondenza della Pasqua, si disputerà lunedì 2 aprile; un solo turno infrasettimanale, la quattordicesima di ritorno, prevista per il 18 aprile (con conseguente anticipo del turno precedente interamente al 14 aprile). Da definire la data di disputa della Coppa Italia e quelle dei Playoff.

Addetto Stampa Andros Basket Palermo
Giuseppe Corrao

Linea verde per AndrosBasket, arriva la giovane Alice Carrara

22 luglio 2017

Alice-Carrara

Nuovo innesto per l’AndrosBasket nel settore lunghe, è la giovane classe ’97 Alice Carrara, la scorsa stagione in forza alla Cestistica Spezzina in Serie A1 e nel giro della nazionale Under 20.
Carrara, infatti, ha partecipato in estate al raduno azzurro in vista degli Europei di categoria di Matosinhos: l’ala-pivot di Bergamo ha però dovuto lasciare i sogni azzurri dopo un piccolo problema fisico, che l’ha esclusa dalla corsa a un posto nel roster. Reduce da una stagione di apprendistato a La Spezia (6 presenze in Serie A1 e partecipazione alle Finali Nazionali Under 20), Carrara ha alle spalle una buona esperienza in A2 e A3 col club con cui ha esordito tra le senior, il Fassi Albino, da cui arriva con la formula del prestito. Il debutto nelle categorie nazionali a 16 anni: nella stagione 2013/2014 di A3 in 22.3’ di media fa registrare 6.3 punti e 5.5 rimbalzi; nelle due stagioni successive gioca da cambio e offre un solido contributo, discreta l’annata 2015/2016 in cui giostra bene da cambio delle esperte Silva e Bedalov (4 punti e 3.6 rimbalzi in 15’ di media) e si concede il lusso di metterne 15 in 24’ nella partita di Playoff contro la corazzata Broni.
Oltre a notevoli margini di miglioramento, Carrara possiede una serie di caratteristiche particolarmente interessanti. Ha una stazza (1.85) che le consente all’occorrenza di giocare da pivot, ma possiede anche peculiarità tecniche da 4, ruolo che ha ricoperto con l’Under 20 spezzina giostrando accanto alla coetanea (e nazionale) Emanuela Valente: ha il tiro da fuori nel suo repertorio, sa giocare bene in movimento, buona anche la partenza in palleggio e l’uso della mano debole. Doti che la rendono un buon complemento per un reparto lunghe che può contare anche su Ieva Prėskienytė e sulla capitana Marta Verona.“Cice”, questo il soprannome che porta con sé da una vita, ha voluto fortemente Palermo e spiega così il perché: «Sono molto contenta ed entusiasta di iniziare questa nuova avventura, mi sono piaciuti fin da subito i progetti e gli obiettivi della società, credo che siano degli ottimi punti di partenza per fare bene». Per la giovane promessa lombarda è la prima esperienza al Sud: «Non sono mai stata a Palermo, ma ne ho sentito parlare bene. Sono emozionata e non vedo l’ora di conoscere l’ambiente, le compagne e di iniziare a lavorare!».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

L’AndrosBasket torna a parlare lituano, firma Ieva Prėskienytė

11 luglio 2017

Ieva-Preskienyte

L’AndrosBasket ha la sua straniera: concluso l’accordo per portare in maglia palermitana la gigante lituana classe ’93 Ieva Prėskienytė, la scorsa stagione in forza all’Aros León.
In base alle misurazioni ufficiali, 1.93, Prėskienytė è decisamente in cima alla lista delle atlete più alte della prossima Serie A2, ma oltre alla stazza c’è anche un interessante percorso tecnico. Cresciuta ad Alytus, colleziona le prime presenze senior nella squadra della sua città natale, poi con l’Aistes e a Vilnius: in quest’ultima, all’età di diciott’anni, gioca sia il campionato lituano che quello baltico (6.8 punti, 5.8 rimbalzi). La stagione vede Vilnius fare doppietta, vincendo campionato e coppa lituana. Nel 2013/2014 il trasferimento al Marijampole dove comincia a farsi notare tra le senior, facendo registrare 9.2 punti e 6.1 rimbalzi. Nel 2015/2016 è all’Hoptrans Sirenos: è una stagione magica per la squadra di Kaunas, che vince il campionato lituano con Prėskienytė che, partendo in quintetto, colleziona 7.4 punti e 4.5 rimbalzi in poco meno di 19’ di utilizzo. Nella stagione 2016/2017 il trasferimento nel campionato della nazionale campione d’Europa, quello spagnolo. All’Aros León ancora risultati buoni, la sua squadra finisce prima in LF-2 (la Serie A2 spagnola) ma fallisce l’assalto alla promozione nella fase Playoff: Ieva veste ancora una volta i panni dell’innesto di qualità, minutaggio medio ma tanta efficacia, colleziona 8.2 punti e 5.1 rimbalzi in 19’.
Oltre all’esperienza di club, la lunga può vantare un gran curriculum con la nazionale lituana: agli Europei U18 di Oradea è titolare (2011, 10 punti, 9.9 rimbalzi), lo stesso a quelli U20 di Debrecen (2012, 7.7 punti e 9.7 rimbalzi) e di Samsun (2013, 11.6 punti e 8.3 rimbalzi). La giocatrice andrà in ritiro con la sua nazionale anche quest’anno, per le Universiadi 2017 che si disputeranno a Taipei, motivo per cui arriverà a Palermo il 5 settembre, a preparazione già avviata.
Ancora una volta AndrosBasket cerca con coraggio la straniera fuori dai campionati nazionali, seguendo una linea di “rookies” già ben sviluppata negli anni precedenti (Prėskienytė è la seconda straniera lituana per Palermo in tre anni, dopo Julita Bungaité). Ore di video, telefonate, mail e ricerche su diversi campionato europei per lo staff tecnico, alla fine Prėskienytė ha convinto per completezza e presenza: sempre pronta a piazzare blocchi o a creare apprensione con le sue lunghe leve, è una buona giocatrice di post (non solo per sé, ma anche passaggi per le compagne) e il tiro, anche se poco ortodosso, è molto efficace. Le medie, come spesso accade, non dicono tutto sull’atleta, anche perchè spesso maturate in contesti altamente competitivi. La lunghissima lituana commenta così, poche parole ma un approccio positivo: «È la mia prima esperienza in Italia, ma l’Italia “suona” sempre bene per noi del Nord Europa, ha una buona reputazione. Sono stata in Spagna la scorsa stagione, e per quanto ho sentito la gente italiana è anche più accogliente e cortese di quella spagnola. – ha detto – Spero di trovare a Palermo una vera squadra, con cui e per cui sia un piacere giocare».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

 

 

Un’altra novità per l’AndrosBasket: ecco Francesca Russo

6 luglio 2017

Francesca-Russo

Continua il mercato dell’AndrosBasket, con un’altra grande novità: la società ha infatti concluso l’accordo per portare in maglia palermitana Francesca Russo, esterna classe ’96 la scorsa stagione al San Salvatore Selargius.
Pur essendo ancora molto giovane, Russo ha alle spalle una ricca gamma di esperienze. Nata a Tarquinia (VT), la carriera della play-guardia è costellata di tantissimi riconoscimenti giovanili e un sempre crescente rendimento a livello senior. Con le giovanili, è stabilmente nel giro della nazionali, con cui nel 2012 conquista una strepitosa medaglia d’argento agli Europei U16; a livello di club due scudetti giovanili, quello U17 vinto con la Fortitudo Rosa Bologna (2013) e quello U20 conquistato con la Polisportiva Battipagliese (2016). Dopo le esperienze a Santa Marinella e Bologna con le prime presenze senior infatti Russo veste stabilmente la maglia della formazione campana, dividendosi tra prima squadra (con cui ottiene la promozione nella stagione 2013/2014 e poi colleziona 28 presenze in A1) e alcune strade scelte d’accordo con la società per agevolarne la crescita tecnica: nel 2014/2015 gioca in A3, sempre a Battipaglia, facendo registrare 8.9 punti e 2.9 recuperi in 27’; nel 2015/2016, a Salerno, gioca un’ottima stagione mettendo a segno 13.7 punti a gara. Nella scorsa stagione Russo è impegnata invece soltanto con la formazione sarda del San Salvatore Selargius e i risultati sono eccellenti: 12.7 punti di media, 5.1 rimbalzi, 1.6 recuperi e, dato curioso per un’esterna, è la seconda miglior stoppatrice della squadra a quota 13. Impressionante il dato ai tiri liberi, 84.55%, con cui s’inserisce al quarto posto delle migliori specialiste dell’A2 (27 squadre).
Con l’inserimento di Russo, la squadra palermitana s’assicura una giocatrice importante a livello realizzativo, ma anche parecchio poliedrica dato che può indipendentemente giocare da guardia e da play, aprendo un ampio ventaglio di possibilità. Inoltre è una giocatrice che, messa nella condizioni migliori, ha grande continuità di rendimento: a Selargius nel girone d’andata su tredici partite ben dodici ampiamente sopra la doppia cifra. Francesca ha subito spostato con convinzione la visione di AndrosBasket, come sottolinea ben presto: «Sin da subito il progetto della società, del nuovo sponsor e del nuovo presidente mi ha entusiasmato, penso sia importante iniziare con obiettivi ben posti e non bruciare troppo le tappe, questo piano graduale mi piace. Spero che la prossima stagione vada per il meglio – continua – l’obiettivo primario sarebbe entrare nei Playoff, venendo dalla salvezza dell’anno scorso sarebbe un ottimo risultato, il resto è tutto guadagnato. Ora pensiamo solo a iniziare per bene a partire dalla preparazione, unirci, poi vedremo». Una nuova avventura per Russo, un’esperienza inedita: «Di Palermo conosco molto poco, ci sono stata qualche volta a giocare. Conosco molto bene Ferretti e l’altra new entry Miccio, di tutte le altre mi hanno parlato molto bene, penso che ci sia la possibilità di unirsi molto come gruppo e raggiungere i nostri traguardi stagionali».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

 

 

Prima novità in casa AndrosBasket, arriva Liliana Miccio

5 luglio 2017

Liliana-Miccio

L’AndrosBasket mette a segno il suo primo colpo di mercato: è Liliana Miccio, ala classe ’89 la scorsa stagione in forza alla Bonfiglioli Ferrara.
Miccio è una giocatrice con un invidiabile curriculum nella categoria. Nata a Cava de’ Tirreni (SA), esordisce tra le senior nella stagione 2005/2006 con la Polisportiva Battipagliese con cui disputa quattro stagioni; nel 2009/2010 per lei un anno di A2 ad Alcamo dove brilla e fa registrare una delle sue migliori stagioni a 12.6 punti di media con grandi percentuali dal campo (51% da due, 40% da tre, 81% ai liberi); in seguito tre esperienze a Cagliari, Napoli e Salerno in A2 in cui offre un solido contributo in attacco e difesa; l’ala campana si esalta e s’afferma come una delle migliori della categoria con la maglia di Ferrara, quattro anni sempre oltre la doppia cifra di media e tanti risultati di alto livello. Nelle ultime due stagioni trascina la sua squadra al secondo posto e poi al terzo nel Girone B, col risultato finale di due semifinali Playoff e due semifinali di Coppa Italia. Nell’ultima annata 11 punti e 4.1 rimbalzi di media, col 35% da tre punti è diciassettesima in A2 (27 squadre) nella specialità.
L’arrivo di Miccio colma sicuramente una lacuna nel roster che Palermo aveva un po’ sofferto nella scorsa stagione, dando a coach Maurizio Giordano una 3, all’occasione anche 4 atipica, che possiede caratteristiche come punti nelle mani, grande personalità e abitudine a giocare le partite importanti, oltre che un pericoloso tiro, sia costruito dal palleggio che piazzato (37% da tre in carriera, con un picco al 43% due stagioni fa). L’ala commenta con grande entusiasmo il suo arrivo a Palermo e il ritorno in Sicilia: «Qualche anno fa ho giocato ad Alcamo, e lì ho lasciato un pezzo di cuore, quindi tornare in Sicilia per me è come se fosse “un ritorno a casa”. L’interesse di Palermo nei miei confronti c’è stato fin da subito e già questa è una cosa che mi ha attirata molto, – continua – perché comunque per una giocatrice la stima da parte di una società fa sempre piacere, è un qualcosa in più». Il progetto ha pienamente convinto Miccio, che aggiunge: «Dopo che la società mi ha parlato dei suoi nuovi obiettivi ho pensato che questa sarebbe stata una bella opportunità. Avevo bisogno di nuovi stimoli e penso che a Palermo ci toglieremo qualche soddisfazione. Come ho detto prima: non vedo l’ora di “ritornare a casa”».

Addetto Stampa AndrosBasket Palermo
Giuseppe Corrao

La guardia Elettra Ferretti rimane in maglia AndrosBasket

4 luglio 2017

Elettra-Ferretti

L’AndrosBasket comunica di aver raggiunto l’accordo per la conferma di Elettra Ferretti, la guardia classe ‘93 indosserà la maglia della squadra palermitana per la terza stagione consecutiva.
Ferretti è ormai un importante elemento per la formazione siciliana, oltre che per i numeri sul campo per l’apporto “da veterana” che porta stabilmente alla causa. Nella stagione 2016/2017 ha messo assieme 7.3 punti di media in 28’ di utilizzo, ma più che nei punti si è superata in altre voci statistiche: 2.7 recuperi e 2 assist (massimo in carriera), 78% ai liberi (anche questo miglior dato in carriera) e 5.8 rimbalzi, uno dei dati migliori tra le esterne in tutto il campionato. Tutti numeri a cui va abbinato un rendimento difensivo di altissimo livello e la leadership mostrata nelle partite decisive, come lo “spareggio salvezza” contro Pordenone. L’AndrosBasket e il suo staff tecnico hanno subito ritenuto, in fase di composizione del roster, la conferma di Ferretti uno dei capisaldi da cui partire per la prossima stagione, non solo per le doti tecniche ma anche per le caratteristiche di grinta, voglia di vincere, spirito di squadra mostrate sia in contesti vincenti che nelle situazioni più difficili e buie.
Elettra, che per la società negli ultimi anni ha anche svolto attività da istruttrice minibasket presso il centro della Scuola Thomas More con grande coinvolgimento, non ha esitato nell’accettare la proposta ricevuta e l’accordo è stato trovato con molta facilità, anche per via del reciproco interesse di entrambe le parti a continuare un bellissimo rapporto. Queste le parole della guardia napoletana a margine della conferma: «Sono molto contenta ed entusiasta di ritornare a Palermo, quella che oramai è diventata la mia seconda casa. – ha detto – Vorrei ripartire da quell’ultima partita contro Pordenone che ci ha permesse di rimanere in A2, dove a mio parere questa città e questa società meritano di essere. Vorrei ripartire da quel sorriso, per poter continuare a sognare e a dare il massimo per questa maglia!».

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

L’AndrosBasket conferma coach Maurizio Giordano

3 luglio 2017

Maurizio-Giordano

Primo tassello importante nel nuovo progetto AndrosBasket, la società comunica che coach Maurizio Giordano sarà l’allenatore della prima squadra anche nella stagione 2017/2018.
La scelta di confermare coach Giordano è sicuramente dettata dalla fiducia nel progetto tecnico costruito sin dall’arrivo dal coach palermitano, lo scorso dicembre, oltre che da quanto fatto nella precedente stagione. Arrivato per raddrizzare un’annata difficile, il coach ha portato a casa il traguardo richiesto, quello della salvezza, instaurando sin da subito una buona sinergia con lo staff dirigenziale e dando prove di grandi doti tecniche e umane. Da esordiente assoluto in A-2 femminile, ha ottenuto un bilancio di 5 vittorie e 10 sconfitte: il record però non parla di tutto, non parla dellla sfortuna, dell’indisponibilità di giocatrici come Perseu e Verona per molte di queste partite, dell’infortunio che ha chiuso anzitempo la stagione di Minichino, tutte componenti che hanno reso più accidentato il cammino. Il coach però non si è mai scoraggiato e grazie a uno splendido gruppo di ragazze ha costruito la salvezza nei piccoli gesti, sui dettagli, sulla mentalità, sul lavoro di ogni giorno.
Ora però siamo di fronte a una nuova sfida, di quelle che a lui sono sempre piaciute, e Maurizio Giordano commenta così il nuovo percorso da intraprendere: «Chiusa una stagione in modo inaspettato ma entusiasmante parte una nuova avventura, con un progetto solido che porta linfa ed entusiasmo, grazie allo sforzo della società, che ringrazio per la fiducia riposta». Il progetto, secondo coach Giordano, passa anche dai più giovani: «Nel discorso fatto con la dirigenza, potenziare le giovanili è tra le nostre priorità perché sono quelle che portano con sè valore aggiunto. Una cosa che vorrei provare a fare già da quest’anno è inserire sempre più le giovani con la prima squadra».  A proposito della formazione del nuovo roster, l’allenatore della AndrosBasket è chiaro: «Stiamo procedendo per prima cosa confermando il nostro nucleo giovane palermitano, capitana Marta Verona in testa. Purtroppo non sarà con noi Ivana Blažević e ci dispiace molto, ha fatto altre scelte professionali, principalmente per motivi personali, ma siamo davvero a buon punto per la sua sostituzione. La società si sta muovendo molto bene, in questi giorni avrete più notizie su conferme e novità. Posso solo anticipare che la linea guida è quella di portare a Palermo giocatrici motivate, che fanno della volontà di sacrificio e dell’unione di squadra le proprie prerogative».

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao