“Un Canestro per la Vita”

LOGO-DEF-2016Maddalena Vision Verga Palermo e CRT Sicilia insieme, per sensibilizzare i giovani e le loro famiglie su donazione e trapianto: parte il progetto “Un Canestro per la Vita”.

La società di pallacanestro femminile palermitana, militante nel campionato di Serie A2, avvierà una campagna di sensibilizzazione attraverso la sua squadra, con la possibilità di portare il messaggio non solo in ambito locale ma nazionale.
Per farlo, sarà in collaborazione con CRT Sicilia, andando anche a realizzare una serie d’iniziative per favorire la diffusione dell’informazione relativa alla donazione degli organi.
Il progetto è già partito da qualche settimana con la creazione della linea grafica (di cui trovate anche una locandina sul sito web vergapalermobasket.it) e una prima realizzazione della comunicazione sul web. All’interno del sito we della Maddalena Vision Palermo le informazioni sulle modalità per raccogliere e registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti. Seguiranno inoltre interviste a tema al personale del coordinamento operativo, oltre che foto e video di ogni iniziativa.
Oltre che sul web infatti tante saranno le iniziative di sensibilizzazione, la prima proprio in occasione della prima partita che la Maddalena Vision giocherà al PalaMangano, il 5 novembre contro Salerno.

Le giocatrici della squadra palermitana e di quella campana indosseranno infatti delle speciali magliette “Un Canestro per la Vita” con lo slogan “Se doni vinci – grazie”.
All’ingresso al Palazzetto verranno allestiti dei banchetti d’informazione e distribuito il materiale informativo sulle modalità per raccogliere e registrare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti.
Non mancherà la partecipazione dei più piccoli, sugli spalti le ragazze del settore giovanile Maddalena Vision Palermo e i bambini del Centro Minibasket “Verga More Basket d’Eccellenza” vestiranno le stesse magliette che verranno indossate dalle due squadre, in modo di registrare un messaggio corale di vita attraverso i più giovani.

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao