Nei tre contro tre regionali La Malfa 14 sfortunata

5 giugno 2017

IMG_8465

Molta sfortuna per le ragazze di La Malfa 14 nelle due fasi regionali del tre contro tre giovanile, il 2 giugno a Capo d’Orlando e il 4 giugno a Licata.
Nel torneo Under 17 svoltosi nella città paladina la formazione palermitana sfiora la finale ma complice anche l’infortunio di Sara Casiglia non riesce ad andare avanti in un torneo vinto dalla Ad Maiora Ragusa di coach Aldo Leggio.
Ancora più sfortunato l’epilogo del secondo torneo, quello Under 15, svolto a Licata. La Malfa 14 arriva in finale ancora contro l’Ad Maiora, ma rimedia una brutta sconfitta non sul campo. Perde infatti per infortunio Marta Tumminelli e, giocando con sole tre atlete, è costretta a dare forfait.
Un applauso comunque a tutte le ragazze coinvolte nelle due squadre per torneo che la formazione palermitana ha presentato, per una chiusura con grande grinta della stagione.

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

La Malfa 14 impegnata nei tre contro tre regionali, il 2 e 4 giugno

31 maggio 2017

IMG_8465

Impegno “fuori stagione” per le giovanili La Malfa 14 che parteciperanno alle due fasi regionali del tre contro tre giovanile, il 2 giugno a Capo d’Orlando e il 4 giugno a Licata.
Due categorie impegnate per un evento fortemente voluto dalla FIP nell’ambito della crescita sempre più grande del movimento “streetball”, sia in ambito nazionale che internazionale. I giovani in gara, maschile e femminile, saranno divisi oltre che per genere nelle categorie d’età Under 17 e Under 15. Il primo torneo si disputerà nella località paladina, presso il campo scoperto KAT di piazza Trifilò: in quell’occasione saranno impegnate le Under 17, a partire dalle 10.30. Due squadre impegnate per le palermitane, nei seguenti raggruppamenti

Girone A: La Malfa 14, Libertas Consolini Enna, Rainbow Catania.
Girone B: Rainbow Catania, La Malfa 14 A, Ad Maiora Ragusa.

Il secondo torneo, quello Under 15, si disputerà invece a Licata, presso la Palestra Marconi di via Egitto 1, sempre a partire dalle 10.30. La Malfa 14 schiererà anche qui due formazioni nella seguente disposizione dei gironi

Girone A: Rainbow Catania, Ad Maiora Ragusa, La Malfa 14 A, Rescifina Messina.
Girone B: Rescifina Messina A, Ad Maiora Ragusa A, La Malfa 14, Centro T.T. Pall. Giarre.

Le regole sono quelle dello “streetball” tradizionale: ogni partita si articola in un quarto da 10 minuti, la prima squadra ad arrivare a 21 o quella in vantaggio allo scadere del tempo vince. I canestri realizzati entro l’arco valgono un punto, quelli fuori dall’arco due punti. Il bonus falli scatta a sei di squadra, ogni formazione invece ha a disposizione 12″ per tirare.
Una sfida impegnativa per le ragazze di La Malfa 14, chiamate a cimentarsi con le formazioni regionali in un antipasto del basket d’estate.

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

Costanza Verona MVP Finali Under 18, i complimenti della società

21 maggio 2017

cocca

Continuano le soddisfazioni nell’ambiente A.S. Verga Palermo e stavolta arrivano da Battipaglia dove si sono disputate le Finali Nazionali Under 18 Femminili, che hanno visto ancora una volta la nostra Costanza Verona tra le protagoniste.
Com’è noto la play classe ’99 a inizio anno è stata ceduta in prestito al Minibasket Battipaglia, una scelta finalizzata alla crescita tecnica della giovane promessa palermitana, da anni stabilmente inserita nel giro della Nazionale giovanile (con cui ha vinto due medaglie, un bronzo agli Europei e un argento ai Mondiali). Nel corso della stagione 2016/2017 “Cocca” ha continuato la sua crescita giocando in una Serie A in cui Battipaglia ha raggiunto la salvezza ed essendo una delle protagoniste dello scudetto Under 20 vinto anche quest’anno dalla formazione campana. Poi sono arrivate le finali Under 18, molto sentite nel battipagliese, per la recente scomparsa di Maria Rosaria Santese, ex giocatrice e arbitro FIP: a tal proposito la nostra società si unisce ovviamente nella vicinanza e nel cordoglio alla famiglia e ai suoi cari per una giovane quanto tragica dipartita.
Sul campo, la squadra allenata da coach Dragonetto si è sicuramente battuta con grinta e onore, arrivando seconda, sconfitta solo dalla Reyer Venezia 55-44. A fine partita, Costanza è stata inserita nel miglior quintetto della manifestazione e soprattutto ha vinto il premio di MVP della finalissima. Una bella consolazione rispetto al risultato sul campo, che tuttavia non toglie ancora una volta i meriti a una Battipaglia sempre più tra le eccellenze della pallacanestro giovanile italiana.
La società, in questa sede, si complimenta con una giocatrice cresciuta cestisticamente e non solo a Palermo, un patrimonio e soprattutto un motivo d’orgoglio non solo per la nostra squadra ma per la pallacanestro del capoluogo siciliano. La stagione 2016/2017 in prestito di Costanza a Battipaglia ha visto un altro riconoscimento, ma siamo sicuri che non sarà l’ultimo di una carriera sempre più luminosa, per una ragazza sempre più avviata verso un percorso tecnico d’altissimo livello. Complimenti “Cocca”!

(Fonte Foto: Polisportiva Battipagliese)

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

Fiocco rosa per la famiglia Brandaleone, gli auguri della società

14 maggio 2017

fiocco-rosa

La società A.S. Verga Palermo fa i suoi auguri allo storico ex-presidente e consigliere Carlo Brandaleone, diventato nonno in questi giorni.
Il 12 maggio scorso a Milano, alle ore 14.13, è nata la piccola Adriana, bimba di Annachiara e Giuseppe Brandaleone, figlio di Carlo e della moglie Rita.
Tutti i dirigenti, lo staff e ogni componente della società fanno gli auguri alla famiglia Brandaleone, da sempre legata affettivamente ai nostri colori, per il lieto evento.

La società
A.S. Verga Palermo

Ivana Blažević convocata dalla Croazia, i complimenti della società

13 maggio 2017

IVANA-BLAZEVIC

La Maddalena Vision Verga Palermo apprende con grande gioia della convocazione al raduno estivo della nazionale croata di Ivana Blažević, dopo la grande stagione 2016/2017 disputata coi nostri colori.
Ivana è stata inserita dalla ct Anđa Jelavić nel gruppo delle quattordici giocatrici che prenderanno parte al raduno della selezione croata e parteciperanno alle partite contro Slovenia, Ungheria e Repubblica Ceca. L’ala della formazione palermitana arricchisce un contingente “italiano” che comprende giocatrici di livello come Lana Pačkovski della Fassi Albino (A2, Girone Nord) e Nina Premasunac, che ha militato a La Spezia (A1) nella stagione in corso.
La convocazione di Blažević è un ulteriore premio per una giocatrice che nel corso della sua prima stagione all’estero ha ottenuto grandi riconoscimenti, terminando il campionato con 12.2 punti, 9.8 rimbalzi di media e un notevole lavoro a protezione dell’area con 1.4 stoppate. Dopo le prime fasi d’ambientamento iniziale, l’ala di Zara è cresciuta moltissimo rivelandosi decisiva per la salvezza diretta di Palermo.
La lunga classe ’93, raggiunta dalla testata giornalistica croata 023 Sport, ha dichiarato: «Sono felicissima, per ogni giocatore c’è sempre il sogno di giocare nella nazionale, me compresa. È la prima volta per me nella nazionale senior,ed ora tocca a me dimostrare che posso starci».
La società palermitana è particolarmente contenta, per un’altra prestigiosa convocazione che conferma ancora una volta, oltre alle indiscusse capacità e all’applicazione della giocatrice, la qualità del lavoro svolto da tutto lo staff nel corso della stagione, nell’interesse della crescita tecnica e professionale di ciascuna delle sue atlete. A Ivana va il nostro migliore in bocca al lupo in vista del suo primo raduno con la nazionale maggiore.

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

Ottimi risultati per le giovani palermitane in Abruzzo

18 aprile 2017

ScreenHunter_112 Apr. 04 11.55

Vincere quattro partite su sei ma arrivare decimi: la Sicilia torna dal Trofeo delle Regioni 2017 con un discreto piazzamento ma qualche recriminazione per una formula troppo crudele che forse ha impedito un exploit come quello dell’anno scorso (argento).
Le ragazze del settore giovanile La Malfa 14 impegnate con la Sicilia, guidate da coach Maura D’Anna, giocano una buona competizione nel complesso. Qualche alto e basso ma un utilizzo medio costante e alcune buone prestazioni. Marta Tumminelli parte in quintetto per gran parte delle partite: contro l’Abruzzo (vittoria 29-57) è imprecisa al tiro ma si rende utile con 3 punti e 4 rimbalzi in 18′; nella sofferta vittoria contro la Campania (50-55) prova all-around con 4 punti, 4 rimbalzi e 4 assist in 29′; il livello delle prestazioni di Marta si alza nella fase a eliminazione diretta con buone gare contro Piemonte (sconfitta 66-60 ma 10 punti, 6 rimbalzi e 3 assist) e nella vittoria thriller al doppio overtime 86-82 sull’Umbria (17 punti e 7 rimbalzi in 45′); finale di torneo contro Sardegna (vittoria) e Marche (sconfitta) un po’ in calando forse per la fatica delle tante partite giocate.
Discreto torneo pure per Klara Gioè, che ha dovuto fare i conti specie all’inizio con un utilizzo un po’ ridotto in alcuni frangenti ma si è sempre fatta trovare pronta per la squadra:  contro l’Abruzzo 3 punti in 18′, 7′ in tutto nelle gare contro Campania e Piemonte, meglio nel match con l’Umbria grazie a una solida prestazione da 10 punti e 5 rimbalzi in 27′, bene anche contro la Sardegna (9 punti e 3 rimbalzi in 30′), per poi chiudere il torneo con 2 punti nel match finale contro le Marche che ha messo in difficoltà un po’ tutta la selezione.
Per Alessia Malara, la più piccola della spedizione palermitana, che avrà possibilità di disputare anche la prossima edizione del Trofeo, il primo contatto con la manifestazione è stato buono. Utilizzo costante dalla panchina con prestazioni di buon livello nei minuti di qualità richiesti (quasi sempre tra i 15 e i 20 giri di orologio): 7 punti con l’Abruzzo, 4 e 3 assist (uno dei dati migliori di giornata) alla Campania, altri 7 con 3 rimbalzi nel difficile match contro il Piemonte. Contro l’Umbria 2 punti e 3 rimbalzi, riposa molto contro la Sardegna giocando solo un minuto e quindici secondi, ma risponde bene nella finalina con le Marche in cui dà una prova nel complesso positiva nonostante la sconfitta con 4 punti e 7 rimbalzi, il suo miglior dato della manifestazione.

cocca

Nel corso del fine settimana di gare a Roseto degli Abruzzi si è svolto anche il campionato nazionale Under 20 femminile. Il prestigioso scudetto è stato vinto ancora una volta da Battipaglia, una grande soddisfazione personale per la palermitana Costanza Verona. Dopo lo spostamento avvenuto in estate in terra campana, una grande stagione di Serie A1 culminata con la salvezza e dei Playout da protagonista, per “Cocca” anche la soddisfazione di esser inserita nel miglior quintetto della manifestazione: per la società è un orgoglio vedere prestazioni del genere da parte di uno dei talenti più splendenti del nostro vivaio, complimenti!

(Foto Selezione Siciliana: FIP Sicilia; foto Costanza Verona: Prospero Scolpini – PB63 Battipaglia)

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao

La salvezza diretta è realtà! La Maddalena Vision batte Pordenone

13 aprile 2017

Verga Palermo salvezza

Miracolosa Maddalena Vision Palermo. Aggettivo forse abusato, ma assolutamente calzante per la squadra palermitana: un’altra partita vietata ai deboli di cuore, una vittoria 61-58 su Pordenone, una salvezza diretta impossibile fino a un mese fa ormai raggiunta.
La Maddalena Vision rimane in A2, ci riesce in un’ultima giornata in cui le formazioni in causa fanno il loro, con grandissimo spirito sportivo: Pordenone gioca per vincerla fino alla fine e solo l’inesperienza la condanna, Civitanova rispetta il pronostico contro Viterbo e con un rotondo 63-44 regala di fatto la salvezza alla Maddalena Vision. Torniamo a Palermo però, dove il pubblico palermitano risponde all’appello della società facendo registrare il record di presenze stagionali, con una variegata rappresentanza di società palermitane. Nel prepartita finestra informativa per il progetto “Sport e Medicina”, del Verga Palermo in collaborazione con Andros, Arnas Civico e il sostegno dell’Assessorato Regionale alla Sanità. La folta schiera di presenti al PalaMangano però all’inizio trema: iniziano male le ragazze di coach Giordano, che lasciano ampi spazi per la tiratrice Destro e soffrono tremendamente una stratosferica Gulbe, 13-20 dopo il primo periodo.
Il piano della Maddalena Vision è sempre abbastanza chiaro, martellare la palla dentro e costringere le avversarie, in deficit fisico, a spendere falli. Più o meno è quello che riesce con Gulbe che rimedia quattro falli e costringe coach Bonivento (sostituto del coach Nani assente) a spedirla in panchina, per averla a disposizione nel quarto periodo. Casula dalla panchina mette qualche punto pesante, Blažević fa più o meno quello che vuole nei pressi del canestro e due punti di Monaco firmato l’impatto sul 30 pari. Con tutta l’inerzia a favore, come Penelope le palermitane cominciano a disfare e concedono ingenuamente due triple nelle corde di Pinzan che lanciano le ospiti verso il 30-39 a metà gara.
Coffau spinge Pordenone fino al +14 a inizio seconda metà (30-44): lì sembra finita ma come al solito la formazione di coach Giordano può esibirsi nella sua specialità, rimontare situazioni difficili. Casula segna da tre, al resto pensano Ermito e Blažević che sfiancano sottocanestro le “pariruolo” friulane. Il sorpasso lo mette Ferretti dai liberi per il 45-44: partita di straordinaria concretezza per la campana, che alla solita presenza a rimbalzo combina una straordinaria capacità di lettura nel pick and roll, con cui dispensa assist che sono veri e propri regali da scartare per le compagne. Palermo riacquista coraggio e due punti della rientrante Verona chiudono il terzo quarto sul 49-46.
Mentre le notizie da Civitanova Marche si fanno positive, una scatenata Ferretti dà il 53-48 alla squadra di casa. Poi la grande paura, con Crovato a insediare Palermo e a portare le ospiti sul +1 (54-55). Nel momento del bisogno la risposta arriva ancora da Ermito e Blažević. Doppia doppia per la croata, 24 e 11 rimbalzi, ma ormai non è più una notizia: la spettacolare prova della lunga rischia di esser vanificata da un contropiede di Destro per il 59-58, poi l’ultimo minuto è una sagra dell’errore, la Maddalena Vision perde un pallone sanguinoso che pare lanciare un contropiede, salva tutto Perseu che con un salto tutto adrenalina la manda via. Il ferro sputa gli ultimi tentativi di Pordenone, Ferretti dai liberi fa 2/2 e il tiro del potenziale pareggio ospite, sul successivo possesso, non va a segno. Finale di 61-58 e al PalaMangano può scattare la festa.
Tante istantanee dopo la partita, difficile mettere in ordine tutti i momenti dedicati ai festeggiamenti: disordinati, scomposti, gioiosi. Salvezza acquisita, con cuore e coraggio, come solo questo gruppo ha saputo fare. La tempesta chiamata stagione 2016/2017, per la Maddalena Vision, è finita: probabilmente non si sa neanche come è riuscita ad attraversala e ad uscirne viva. Ma su un punto non c’è dubbio, ed è che questa squadra non è la stessa che vi è entrata. È più forte, ha imparato a soffrire e a compattarsi, e probabilmente è anche per questo che sulla Palermo del basket femminile, il cielo adesso è soltanto sereno. Azzurro, per l’appunto.

Maddalena Vision Palermo-Sistema Rosa Pordenone 61-58
Maddalena Vision Palermo – Perseu (0/2, 0/4), Ferretti 13 (9/10, 2/12, 0/1), Monaco 2 (1/3), Blažević 24 (2/7, 11/13, 0/2), Ermito 11 (1/2, 5/11); Casula 7 (2/2, 1/1, 1/3), Verona (2/4, 0/1), Tennenini (0/2), Casiglia ne, La Rosa ne, Davì ne, Cerasola ne. All. Giordano, Vice: Ielo.
(T2: 22/46, T3: 1/13, Rimbalzi: 38, Recuperi: 20, Perse: 17, Assist: 11, Valutazione: 75)

Sistema Rosa Pordenone – Pinzan 8 (1/6, 2/6), Destro 14 (4/9, 2/5), Crovato 11 (3/4, 1/5, 2/4), Dal Mas 2 (2/4, 0/3), Gulbe 15 (5/6, 5/8); Coffau 5 (1/1, 1/2), Galazzo (0/1), Orvieto, Smorto 3 (1/2, 1/2), Madera ne. All. Bonivento.
(T2: 13/35, T3: 7/17, Rimbalzi: 36, Recuperi: 18, Perse: 21, Assist: 3, Valutazione: 53)

Arbitri – Gian Luigi Giancecchi di San Marino e Luca Bartolini di Fano (PU).

NOTE
Parziali: 13-20, 17-19 (30-39). 19-7 (49-46), 12-12 (61-58).
Falli: Maddalena Vision 17 – Pordenone 18. Tiri liberi: Maddalena Vision 14/21 – Pordenone 11/16.
Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi Blažević 11, Falli subiti Ferretti 7, Recuperi Ferretti/ Blažević 3, Assist Ferretti 5, Valutazione Blažević 31.

L’Addetto Stampa
Giuseppe Corrao